La tecnologia piezo-elettrica nelle stampanti inkjet

Le stampanti inkjet Epson e la tecnologia piezo-elettricamercoledì 4 luglio 2018

Il sistema proprietario di stampa della Epson utilizza, nelle proprie stampanti inkjet, un cristallo piezoelettrico posizionato in fondo alla piccola riserva di inchiostro nella testina.


Un cristallo piezoelettrico ha la peculiare cpacità di dilatarsi e restringersi quando viene percorso da una corrente elettrica. Questo è un po’ come funziona una cassa acustica dove il cono dello speaker si muove quando la corrente elettrica viene fatta passare attraverso lo stesso.


Così, quando è necessario stampare un punto, una piccola corrente elettrica viene applicata al cristallo che, contraendosi e dilatandosi, spinge una goccia di inchiostro fuori dall’ugello.


Ci sono vari vantaggi nell’utilizzo della tecnologia piezo-elettrica. Il processo permette infatti un maggiore controllo sulla forma e sulla dimensione delle gocce d’inchiostro.


Le minuscole variazioni nel cristallo consentono di avere dimensioni delle gocce molto più contenute e, di conseguenza, una densità degli ugelli maggiore. Al contrario della tecnologia termica, l’inchiostro non deve essere riscaldato e poi raffreddato tra ogni ciclo di stampa, questo permette di risparmiare tempo e l’inchiostro può essere studiato per ottimizzare le prooietà di assorbimento sulla carta anziché la resistenza alle alte temperature.


Tutto questo lascia molta più libertà durante per lo sviluppo di nuovi tipi di inchiostri. Le stampanti Epson di ultima generazione hanno testine del nero con 128 ugelli e testine a colori con 192 ugelli (64 per ogni colore, nel caso di stampanti a tre colori), ottenendo una risoluzione nativa di 720x720 dpi.


Dato che la stampa piezo-elettrica permette un ottimo controllo sulla dimensione della goccia d’inchiostro e sulla sua forma, è possibile ottenere risoluzioni reali maggiori: 1440x720, 2880x1440 dpi o anche molto più elevate, che però vengono ottenute grazie a passaggi multipli della testina di stampa sul foglio di carta, rallentando così la velocità totale.


Gli inchiostri sviluppati da Epson per l’utilizzo con le loro stampanti utilizzano i solventi ed hanno una asciugatura molto rapida. Essi penetrano nella carta e mantengono la forma anziché diffondersi sulla superficie della stessa causando un mescolamento tra i vari punti. Il risultato è una qualità di stampa estremamente fine, soprattutto su carta patinata a o lucida.

 
Il tuo carrello è vuoto.

Visa Master Card PayPal

Vai al Carrello

I prezzi sono IVA esclusa.


Tutti i marchi ed i loghi utilizzati sono di proprietà dei rispettivi proprietari e vengono utilizzati al solo scopo di indicare la compatibilità dei prodotti. TuttoCartucce s.r.l. non è in nessun modo associata né collabora con Epson, HP, Lexmark, Canon, Samsung o qualunque altro produttore di stampanti. Gli inchiostri utilizzati nei kit di ricarica e nei sistemi di ricarica infinita non sono inchiostri originali. Il loro utilizzo potrebbe fare decadere, tutta od in parte, la garanzia della stampante.